Saturday, June 23, 2012

CAR SHOPPING IN MUSCAT, DO YOU WANT A "BORSCHE"?

Al supermercato, in attesa che un amico incontrato per caso e "momentaneamente" al telefono si degni di chiudere e parlarmi della cosa "importantissima" che mi va accennando a gesti vagamente osceni mentre continua a blaterare di dove vedere Spagna-Francia stasera. Mi estraneo per vedere cosa offre la bacheca degli annunci di Al Fair, una delle istituzioni dell'Expat medio.

La compravendita di automobili, hobby di tutti i perditempo del Sultanato, non delude mai. Ecco le ultime offerte:
Interessa un MATSUBISH PAJEROO?
Qualcuno vuole una Altlma del 2005?




Soprattutto cosa ne dite di una delle vittime più illustri dell'inesistenza della lettera "P" nella lingua araba?

13 comments:

gramigna said...

mancanza di lettere nell'alfabeto arabo o di cellule grigie nel cervello omanità?

Saudia said...

Matsubish pajeroo: 6400 OMR per un'auto da 142.000 km! si tratta inevitabilmente di pezzo unico...

AZ said...

G., non so. Ci pensero' sorseggiando una Bebsi :)

S., certo che e' un pezzo unico, infatti si chiama Pajeroo.

Anonymous said...

http://www.borsci.com/

m.a.

AZ said...

L'Elisir San Marzano...Anni che non ne sentivo parlare!

Dr. S said...

You should have left a reply:
Borsche is a soup and I would never pay that much for a bowl of liquid.
;-)

AZ said...

A Russian soup. Indeed. Dr. S., are you packed and ready to go back to the real world for a few days?

Emma said...

Ciao!

Mi sono imbattuta per caso nel tuo blog, ho letto qualche post e lo trovo molto interessante.

Probabilmente ne hai già parlato (magari più volte), ma volevo chiederti come mai ti sei trasferita proprio in Oman.
Preciso che attualmente sono alla ricerca di uno stage a Dubai/Abu Dhabi, quindi sono particolarmente attratta da queste scelte di vita.

AZ said...

Emma,

Stage di cosa? E poi perchè gli Emirati? I soldi ormai stanno a Doha :)

Io, come un po' tutti, sono arrivata in Oman per caso poi mi sono rincretinita così tanto che non sono più riuscita ad andarmene.

Emma said...

La scelta degli Emirati deriva da un insieme di fattori (e sì, uno di questi riguarda anche la ricerca di capitali).
Sto cercando uno stage attinente a ciò che sto studiando, "Criminologia e sicurezza". Vista la situazione attuale, mi va bene tutto, a patto che mi consenta di fare esperienza.

Ma quindi sei arrivata in Oman per lavoro o lo hai trovato sul posto?

AZ said...

Hmmmm, questa non e' la sede adatta per discuterne ma, a parer mio, gli Emirati (e il Golfo in generale), sono una scelta perlomeno inconsueta per quanto riguarda il tuo percorso di studi.

(io sono arrivata per lavoro ma, anche se ho molto apprezzato i corsi di criminologia all'universita' e ci ho pure fatto meta' della mia stravagante tesi inter-disciplinare, qua mi sono venduta al Dio Denaro che ammette alla sua corte solo chi si occupa di diritto commerciale e societario)

Emma said...

Il mio percorso di studi consente anche di lavorare in azienda, la mia speranza è che la cosa sia concretamente attuabile. O meglio, che i datori di lavoro riconoscano questa magistrale come effettivamente utile.

Se ti va di darmi qualche dritta, ti lascio la mia mail fittizia (visto che il blog lo gestisco in modo anonimo): farfalla_bionda@hotmail.it

Grazie in anticipo!

AZ said...

Emma, ci medito e ti scrivo con calma. Ciao