Friday, May 28, 2010

RIECCOCI A MUSCAT

Sono atterrata ieri sera alle 1.30 al Muscat International Airport. Mentre l'aereo ancora era in movimento, ho acceso il telefono. Nel giro di 3 minuti ho ricevuto 2 SMS e una telefonata, tutti dal contenuto identico. "AFA MORTALE". Poi si è aperto il portellone e sono uscita. Un muro solido di caldo. A occhio un 45° UMIDISSIMI. Una serra di orchidee a confronto è un posticino confortevole. In due secondi esatti gli occhiali mi si sono appannati fino all'opacità. Semicieca ho arrancato giù per la scaletta fino al pullmino chiedendomi nell'ordine:

1. Chi me lo ha fatto fare di tornare?

2. Ma veramente l'estate durerà fino ad ottobre?

3. Non è che i 28 kg di bagaglio imbarcato (leggi cibarie) staranno soffrendo e al ritiro valige mi trovo i salumi rancidi?

Gentilmente Chiara è apparsa a prendermi in un'inedita Toyota Corolla di cortesia. Una birretta al pub dell'Intercontinental, particolarmente malfrequentato il giovedì sera, ha completato il trauma da rientro. Vi comunico che durante la mia assenza pare che a Muscat non sia successo assolutamente NULLA. Non aspettatevi storie interessanti perchè è ufficialmente iniziato il lungo letargo estivo. Per fortuna che ho fatto un carico di gossip di altissimo livello a Verona...

Ora vado a sedermi davanti al mio frigorifero aperto in contemplazione della muraglia di pezzi di parmigiano, dei 10 tipi di affettati e delle torri di confezioni di tortelli sottovuoto. E' arrivato tutto sano e salvo tranne una confezione di vialone nano che si è aperta in valigia. Bestemmie.

3 comments:

travelingsuep said...

Omg a typical return to Muscat, fogged glasses and all.

Good luck with the summer & Muscat.

AZ said...

Thanks...

According to widespread rumors, this is going to be one of the hottest Omani summers ever. I do not look forward to the next 4 months!

braccino said...

ciao zinga mi dispiace che ci siamo viste per circa 30 secondi...ma la prox volta che torni ciccetta sarà più grande e meno rognosa...baci