Wednesday, September 1, 2010

LA PRIMA REGOLA DEL FIGHT CLUB...

Tre giorni fa mi sono iscritta a una societa' segreta di stranieri che si riunisce a cadenza settimanale in una villa. La villa/club ha un bar e - udite, udite - serve birrette ai soci ignorando bellamente il divieto assoluto di vendere alcolici durante il santo mese di Ramadan. Allah li fulminera' ma che un altro Dio a scelta li abbia in gloria per la loro audacia!

Non avendo messo piede in un bar per tre settimane (finira' prima o poi il mese infame...), appena ho saputo da V. di questa faccenda, ho presentato la mia domanda di iscrizione che e' stata accettata giusto in tempo per partecipare ieri sera.

[Digressione: ieri alle 18:31 precise mi trovavo in un'atroce sala da ballo verdognola all'interno di un centro commerciale in cui non avevo mai messo piede prima. Se calcolate che e' a 800 m. dal mio studio e che in quasi tre anni non ho mai sentito il bisogno di darci nemmeno un'occhiata, avrete un'idea del posto...Ero li', obtorto collo, per la Iftar dell'ufficio cioe' il pasto del tramonto con cui i musulmani interrompono il digiuno.

Normalmente non e' un bello spettacolo. Non lo e' stato nemmeno ieri. Parliamoci chiaro: Ramadan o meno, io pranzo. E pranzo non prima delle 13. Assaltare un buffet affollato di musulmani famelici per procurarmi 2 falafel o un cucchiaio di Biryani alle 18:31 non e' nelle mie priorita'. Nemmeno da bambina in Svizzera cenavo cosi presto!

Menzione speciale al "Drink Sudanese" (ovviamente privo di alcool) che mi e' stato ammannito con le migliori intenzioni da uno dei nostri finissimi giureconsulti di Khartoum. Me lo hanno spacciato per un infuso d'erbe. Secondo me invece la ricetta e': un terzo di the' ai frutti di bosco, un terzo di brodo di pollo e un terzo di salsa di soia. Il poco appetito che avevo e' sparito in un istante...]

Uscita dalla Iftar, mappa alla mano, mi sono messa alla ricerca del Club Segreto con collega Pakistano Fahion. Beh, Muscat e' sempre Muscat e la gente in giro e' sempre la stessa... finalmente entri in un Club Segreto e, una volta dentro, scopri di conoscere almeno meta' degli avventori! Pollice altissimo comunque per il servizio bar e per l'interessante mix di personaggi.

Ci tornero'.

2 comments:

laCocchi said...

Anche io voglio entrare a far parte di un club segreto... solo che qui di birra ne bevono pure troppa. Lo fondiamo analcolico?!?! auhauahauhauha.
Ok, ok, ho scritto una cagata.

AZ said...

Sono ancora sotto Ramadan e non accetto ironia sulle birre!

(tra tipo 20 ore finalmente entrerò di nuovo in un bar, tu non sai cosa vuol dire: sono 4 settimane oggi che qua è tutto chiuso...)