Tuesday, February 10, 2009

RICHIESTA DI INFORMAZIONI

Stamattina, appena alzata, ho acceso la TV con l'intenzione di ascoltare il programma notturno di Radio 102.5. Invece ero ancora sintonizzata su Italia 1 (dove ieri sera avevo visto i Simpson) e sono incappata in un film tragicamente anni '80 con Mauro Di Francesco. La trama pareva ruotare intorno ad un maglione di cachemire azzurro prestato dal protagonista ad una tizia dai capelli cotonatissimi durante una festa su una terrazza.

Il sito di Italia 1 riporta come primo programma Doraiemon alle 6.50. Il film di qui sopra andava in onda intorno alle 4.30 del mattino (ora italiana). Per favore, qualcuno consulti un giornale, mi informi sul titolo e mi racconti come va a finire. Purtroppo ho dovuto abbandonare la visione intorno alle 5.15 (sempre ora italiana) per venire in ufficio. A quel punto la tipa a cui era stato prestato il pullover era scomparsa misteriosamente.

Grazie.


Per il resto, e' tutto un casino! Anche oggi strade chiuse, rimozione forzata di auto (ma stavolta non mi avranno) e delirio collettivo per la visita a Muscat del Presidente Sarkozy. Niente contro la Francia (beh...oddio...), ma devono piantarla! Quasi dimenticavo, Carla' non e' venuta. Mentre lui era qua, l'ho vista al TG in un villaggio del Burkina Faso che inaugurava una scuola o un ospedale.

2 comments:

Anonymous said...

Trama del film Puro Cashmere, con M. Di Francesco, tratto da un sito qualunque di cui non ricordo il nome: "E' il compleanno di Manrica e in casa di lei si reca il suo ex innamorato Giuliano (un maestro di asilo), pur sapendo di incontrarvi il nuovo amante Jody, un suo amico. A questa festa Giuliano conosce Liliana e se ne innamora (farà presto ad apprendere che lei è la ex del suddetto Jody), anche se la ragazza macchierà per sbadataggine uno splendido pullover color celeste chiaro a cui il giovanotto tiene in modo particolare. Penserà lei a farlo lavare e, per intanto Giuliano perde il golf e la misteriosa ragazza. Ma lui è cocciuto e la cerca, dopo aver identificato per puro caso il suo capo di abbigliamento in una tintoria, con spillato un ignoto cognome (Appignani). L'Appignani che Giuliano contatta è però un trafficante assai losco e, da quel momento, lo sfortunato maestro si trova coinvolto in strane vicissitudini e perseguitato da scagnozzi pericolosi. Nel frattempo anche Liliana è incolpevolmente invischiata in un pasticcio (nel quale opera anche l'Appignani in parola), organizzato da un gruppo di gente sbrigativa e disonesta, capeggiata da Jody, che si occupa di totonero intrallazzando con partite truccate. Giuliano, rientrato intanto in possesso del suo pregiatissimo pullover, si trova ad operare come fotografo (su incarico della banda truffaldina) proprio vicino ai pali del portiere (corrotto) di una grande squadra di calcio spagnola, durante una partita truccata. La vicenda si conclude con la sconfitta della banda e amore garantito e tranquillo per Liliana e Giuliano."

S.T.

Alessandra Zingales said...

Chapeau! Geniale come sempre.

Tra l'altro la trama pare parecchio interessante. Ad averlo saputo chiamavo in studio, mi davo malata e vedevo il film fino alla fine.