Sunday, March 22, 2009

BLOCCO DELLO SCRITTORE? CHE POI...SCRITTORE???

Insomma, il senso del titolo è che mi sono appena resa conto che non scrivo una riga da quasi un mese. Ho, ovviamente, ottime giustificazioni. La mia famiglia in visita da Verona mi ha distratta per un decina di giorni e, alla loro partenza, mi sono ritrovata sommersa da lavoro e incombenze varie. Qui procede tutto bene il che, in Oman, significa che la mia attuale lista di lamentele è limitata a meno di una decina di vicende fastidiose.
  • Fa caldo (le minime sono già sopra i 30°).
  • Stasera non esco perchè minaccia tempesta. Se leggete il post sull'ultima volta che mi sono arrischiata ad uscire con la pioggia capirete perchè...
  • Il mio computer sta morendo. Dovrei comprarne uno nuovo ma la pigrizia me lo impedisce.
  • Uno dei miei telefonini è morto.
  • Tra una settimana devo pagare l'affitto dell'appartamento. Qui si paga una volta all'anno, anticipato. Immaginate la gioia che mi assale all'idea di consegnare un assegno da 12.000 euri al padrone di casa.
  • Ieri sera era tutto bloccato perchè il presidente egiziano, conclusa la sua visita al Sultano, doveva andare all'aeroporto e hanno chiuso tutte le strade.
  • La TV non mi prende più i canali tedeschi impedendomi di vedere varie soap operas che seguivo con interesse.
  • Zanzare e formiche si contendono il dominio sul mio appartamento. Io tifo per le formiche ma temo che le due fazioni raggiungeranno un accordo e finiremo a vivere tutti insieme. Il problema è che mi fido poco degli insetticidi "vintage" che vendono da queste parti: il Comune ha recentemente irrorato le strade cittadine di DDT...
Detto ciò, le cose buone di marzo:

  • Le vacanze con mamma e Francesca specialmente il viaggio on the road attraverso l'Oman. Abbiamo risalito fiumi, nuotato in grotte con cascate, cercato tartarughe (ahimè invano, non è stagione), scalato dune e molto altro. Ancora ripenso a quanto sono stata incosciente a far guidare Fra, notoriamente poco pratica al volante, giù da una duna alta un centinaio di metri...
  • Cibo: dopo un'esasperante ricerca degli ingredienti durata 3 supermercati ed un intero pomeriggio, Fra ha cucinato! Conservo ancora una serie di vaschette di ragù e una porzione di melanzane alla parmigiana guarnita dalla caciotta più cara del mondo. Una nota dolente sono stati gli gnocchi...grazie Fra per aver comprato 10 kg di patate saudite assolutamente inadatte allo scopo...sono ancora in balcone e, dopo aver fatto due volte il purè (tra l'altro tutt'altro che goloso) non so più che farne. Resta in freezer anche la ricotta Galbani pagata 13 euri con cui avevi mendacemente promesso di farmi i ravioli :-)
  • Eventi mondani: avete visto le foto su FB. La stagione sta finendo ma ci sono ancora parecchie cose interessanti da fare.
  • Galà degli Oman Restaurant Awards (la premiazione dei migliori ristoranti di Muscat):
  1. la cena per tre - 200 euro,
  2. la guida in stato di ebbrezza al ritorno dallo Shangri-La - 20 euro di multa e 48 ore in galera (non temete non mi hanno arrestata nemmeno stavolta)
  3. vedere Fra con un vestito e coi tacchi - non ha prezzo (bonus: camminava così "bene" sui tacchi che tutti i presenti, anche degli anziani sconosciuti, le hanno chiesto se era ubriaca...)
  • Facendo corna, sono in buona salute. Il cambio di stagione da caldo a caldissimo sta propagando malanni ovunque ma sembro reggere bene. D'altronde io qui mi ammalo in maggio e novembre...
Domani vi omaggerò di qualche foto. Nel frattanto aggiornatemi su un paio di gossip (anche se oggi me ne è stato comunicato uno mondiale quindi dovrei accontentarmi).

Ciao

1 comment:

aMara medicina said...

cara sei tu che hai sicuramene tante cose da raccontarsi di importanti nelle tua avventura in oman...meriti tu di essere lette e ascoltata, altro che gossip...

a roposito qualc'è quello importante e mondiale che hai appena saputo? ; )