Tuesday, April 28, 2009

FINE MESE

Si lavora troppo, si esce troppo poco, fa caldo. Sono asociale, poco brillante e scocciatissima. Faccio sogni strani. Ieri notte ero coinvolta in un naufragio con mia madre e mia sorella che nel sogno aveva tipo 8 anni. In seguito mi trasferivo a Venezia per scrivere il romanzo più rappresentativo del terzo millennio. Forse sto impazzendo. Per fortuna domani inizia il weekend.

La prima conversazione extra-lavorativa che ho avuto oggi è stata al ritorno dallo studio col pakistano del lavasecco a cui ho portato le camice.
Argomento generale: il caldo.
Argomento specifico: come convertire i gradi Farenheit in gradi Celsius (perchè TUTTI mi fanno domande di cultura generale?).
Livello dell'inglese parlato dall'omino baffuto del lavasecco: molto mediocre. Credo conosca bene solo i nomi dei vari capi di abbigliamento.
Mia conoscenza del sistema di conversione dei gradi Farenheit in Celsius: confusa. Continuo a dimenticare l'apposita formula.
Durata totale: 20 minuti e un principio di mal di testa.

Già provata e convinta di voler stare a casa senza interagire con anima viva, a seguire sono passata dal supermercato dove ho incontrato -
  • una vicina di casa americana che mi ha esposto una serie di interessanti teorie cospirative sull'influenza suina.
  • una tipa che un paio di settimane fa ha accompagnato in studio da me in veste di interprete un omino che vuole divorziare. Sono così rincoglionita che l'ho scambiata per la suonatrice di maracas della band che suona al Trader Vic's e gliel'ho pure detto.
  • il tizio che vive nel mio palazzo e sembra un agente segreto dell'Est Europa ai tempi della guerra fredda. L'ho sorpreso un po' di tempo fa mentre usciva di casa alle 6 di pomeriggio con il travesto filippino più brutto del mondo. Non sono riuscita a trattenermi e sono scoppiata a ridere. Sento che quell'uomo mi odia. Mi fa anche un po' paura.
Sono finalmente a casa. Devo fare i conti delle bollette di acqua e luce che non pago da fine febbraio poi guardo i Simpson e vado a letto.

Unica nota positiva: per sollevare il morale sono in attesa che si scaldi nel forno l'ultima vaschetta di parmigiana preparata da mia sorella.Fuori ci sono ancora 37° ma non importa...

2 comments:

Anonymous said...

aleeeeeeeeeeeeeee cosa ti succede???urge tuo rientro a Verona!baci,cost

Alessandra Zingales said...

Ve lo dico da giorni che soffro per il cambio di stagione da caldo a caldissimo! Mancano esattamente 7 settimane e un giorno al mio arrivo a Verona. Sto gia' contando...che sia un brutto segno?